Zoe Dvir: Influencer virtuale e modello digitale, vita, vita quotidiana e lavoro

Zoe Dvir – La giovane modella virtuale di Israele ha già conquistato il cuore dei suoi seguaci in pochissimo tempo. L’adorabile testa riccia convince con naturalezza e passione. Perché le cose che ama, le vuole proteggere con tutto il cuore. Ecco perché Zoe è una vegana con cuore e anima e presenta lo stile di vita sano ai suoi seguaci. Come influencer virtuale, attualmente colpisce il nervo del tempo e il business intorno a personalità e modelli digitali è in costante crescita. Rimani aggiornato e conosci uno degli influencer virtuali di maggior successo: Zoe Dvir.

Zoe Dvir: Instagram, vita, quotidianità e attivismo

C’è molto di più dietro le belle foto su Instagram che una bella giovane donna. La modella virtuale studia, incontra amici e difende le cose che le stanno a cuore. Sembra quasi troppo perfetto? L’influencer virtuale condivide sicuramente anche i suoi momenti di debolezza. A volte si mostra quando è malata o, come tutti sappiamo, quando non riusciva a stare lontana dal reparto dolci durante la spesa. Spesso con lei: la sua amica virtuale e collega modella Ella Stoller.

Fatti su Zoe Dvir: studentessa, modella e proprietaria di un cane

L’influencer virtuale non è stato semplicemente programmato per modellare. Zoe racconta una storia in cui molti possono identificarsi. La bellezza digitale studia, lavora, viaggia e vive una vita che è conosciuta da molte migliaia di influencer prima di lei.

  • Studente di arte e design
  • Barista
  • Modello
  • Vegetariano
  • Cane mamma
  • Volontario con l’Associazione per i diritti degli animali

Instagram @zoedvir: come la modella virtuale condivide la sua vita

Come influencer virtuale, la tua presenza sui social media è la cosa più importante. I social media sono l’unico posto dove esiste un modello virtuale per cominciare. Ed è anche il luogo dove si condivide e si definisce la propria personalità. Questo non è solo vero per gli influencer CGI, ma anche per la controparte umana. Nel modo in cui ti presenti, crei il tuo marchio. Quindi è molto importante cosa si condivide con il mondo esterno e come.

Zoe presenta tutto ciò che è importante per lei: immagini dei suoi viaggi, i suoi angoli preferiti nella sua città natale Tel Aviv e il suo studio. Zoe è anche un’orgogliosa vegetariana. Le piace anche condividere questo con i suoi seguaci e si mostra con verdure e frutta colorate. Ma nessuno è perfetto! Zoe ha un debole per i dolci vegani e vegetariani come molti di noi. Sapevi che gli Oreo sono vegani!!! Una ragazza dolce e golosa, chi può resistere?

Hobby della modella: Brezza marina salata e pizza deliziosa

Quando Zoe non sta brandendo un pennello nel suo studio, mescolando cocktail dietro il bar o studiando per il suo prossimo esame, cerca di passare più tempo possibile in spiaggia. Quindi è perfetto che venga da Tel Aviv, dove la spiaggia più vicina è a due passi e le temperature spesso miti non impediscono una giornata di relax in spiaggia. Quindi: borsa da spiaggia pronta e via! Ma attenzione: il calore e il sale portano rapidamente alla perdita di liquidi, quindi Zoe si rinfresca regolarmente e ha un aspetto proibitivo mentre lo fa:

Uno stile di vita attivo rende naturalmente affamati. Meno male che Zoe ama cucinare e sfornare! I dolcetti a base di piante sono sani e naturalmente sono la cosa giusta dopo una giornata di lavoro e di attività. Così dimostra che una dieta rispettosa degli animali e dell’ambiente è facile e può essere anche divertente.

Attivismo: la modella digitale Zoe Dvir per i suoi amici a quattro zampe

Il vegetarismo e il veganismo sono più popolari che mai e la scelta di cibo vegano nei ristoranti e nei supermercati è in continua crescita. Nel paese natale di Zoe, Israele, il 5% della popolazione segue una dieta vegana. È più di qualsiasi altro paese del mondo. Come è giusto, quindi, che anche Zoe si annoveri tra le file del fronte vegetariano.

È chiaro che il veganismo può essere un modo sano di mangiare e spiega il grande corpo della 22enne, ma Zoe si preoccupa di molto più della sua salute e del suo corpo. Il suo obiettivo è quello di attirare l’attenzione dei suoi seguaci sugli abusi nel settore dell’allevamento, ma anche sulla sostenibilità. Zoe si batte per un consumo ridotto e consapevole, contro le pellicce e ha l’obiettivo di rendere le masse consapevoli delle lamentele e degli effetti del nostro impatto sulla terra.

Lavori per modelli virtuali: Adidas, CHAIN, Bird e altro

È impressionante come Zoe Dvir riesca a trovare il tempo per fare la modella insieme ai suoi studi e al suo lavoro di barista. Questo è probabilmente uno dei vantaggi di essere un animatore 3D: Il tempo non conta. Viaggi, università, lavoro e tempo libero sono facili da conciliare.

Come attivista per gli animali e l’ambiente, a Zoe piace naturalmente lavorare per marchi sostenibili e per quelli che hanno come obiettivo il cambiamento. Un cambiamento che lei stessa sostiene, perché i modelli virtuali hanno aspetti sostenibili.

Adidas: sulla strada della sostenibilità

Il marchio tedesco di abbigliamento sportivo Adidas ha avuto un approccio molto intenso alle questioni di sostenibilità per un certo numero di anni ed è riuscito a far parte del Dow Jones Sustainability Index per oltre 20 anni come uno dei marchi leader nella sostenibilità.

Questo rende il modello digitale con una propensione per gli stili di vita sostenibili perfetto per rappresentare il marchio. Il modello che Zoe indossa sul suo profilo internet è l’Adidas Her Studio Cropped Hoodie.

CHAIN Fashion: Digital influencer Zoe Dvir per la produzione di abbigliamento eco-friendly, video

Il marchio di moda argentino Chain ha avuto il grande onore di presentare la sua collezione alla Mercedes-Benz Fashion Week di Mosca. La giovane etichetta si dedica alla moda sostenibile e neutra dal punto di vista del genere. I prodotti sono fatti in Argentina con materiali locali con colori e metodi di lavorazione delicati. La catena cerca attivamente di prevenire lo spreco di tessuto e presta attenzione ai tagli inclusivi di genere.

Per queste ragioni, Zoe Dvir e Chain sono semplicemente una coppia perfetta. La catena rappresenta tutto ciò che Zoe vive. Sostenibilità, connessione con la casa e la natura. Questi punti in comune sono anche esattamente ciò che emerge dallo spot di Chain. La modella virtuale si presenta in modo minimalista in una tuta bianca che valorizza la figura ed è lentamente circondata da viti di edera.

NJoy Design: l’influencer virtuale incontra l’abbigliamento dipinto a mano

Si potrebbe quasi dire che l’arte incontra l’arte, perché molto lavoro di design va anche in un modello virtuale. L’etichetta israeliana NJoy offre abbigliamento creativo, dipinto a mano da artisti e mira a portare un po’ di virtuosismo nella tua vita.

Bird Scooter: digital influencer per gli e-scooter

Il fornitore di macroscooter Bird Mobility, che è anche rappresentato nella città natale di Zoe, Tel Aviv, ha anche collaborato con la simpatica ragazza dai capelli ricci per mostrare il suo prodotto. A poco meno di 20 km/h, Zoe rende insicure le strade di Tel Aviv e visita i suoi luoghi preferiti. Che sia un caffè dove si incontra con gli amici o l’Apple store con gli ultimi modelli.

Moda virtuale e sostenibilità

La moda digitale e virtuale è uno degli ultimi sviluppi della sostenibilità per la moda. In passato, l’industria della moda si è mossa sempre più in una direzione che danneggia il pianeta e l’ambiente. Nell’interesse della protezione del clima, molti marchi sono passati a processi di produzione più sostenibili. La moda virtuale, come le modelle che la indossano, è disegnata in programmi 3D e poi trasformata in realtà con stampanti 3D.

Il grande vantaggio di questo metodo di produzione è l’evitare lo spreco di materiale, che normalmente si verificherebbe nel tradizionale processo di progettazione a mano. Le grandi differenze tecniche nel processo di progettazione e gli aspetti finanziari che vanno di pari passo con esse rendono difficile stabilire una presenza diffusa.

Modelli digitali come Zoe Dvir per la sostenibilità

Non solo l’attivismo del giovane influencer aiuta a sensibilizzare su questioni socialmente rilevanti, i modelli virtuali sono anche le persone che indossano e presentano gli abiti animati al computer. Nel competitivo business delle modelle, tuttavia, non è mai importante solo che i vestiti siano indossati, ma anche chi li indossa.

Con top model come Gigi Hadid, Kylie Jenner e altri, un’etichetta ottiene semplicemente più attenzione. È qui che entrano in gioco gli influencer virtuali. Portano con sé i loro seguaci personali e sono già un volto più familiare. Inoltre, il successo di Instagram dimostra già quanto sia ben accolto il tipo. Le influencer digitali rappresentano la perfetta via di mezzo tra i modelli individuali in CGI e le vere top model.

Prenotazione: Zoe Dvir e Ella Stoller a Cocaine Models

Per dimostrare perfettamente il loro senso del tempo, la giovane agenzia di modelli con sede a Colonia ha firmato i due modelli digitali. Cocaine Models(agenzia di modelle) rappresenta un gran numero di aspiranti modelle di successo e ha già lavorato con marchi famosi come Chanel, Dior, Balmain e molti altri. Un abbinamento perfetto, quindi, per gli influencer digitali di successo.

La realtà incontra la VR – Social News!

La prima sfilata di moda virtuale al mondo – Abbiamo già scritto di influencer virtuali sul Social Marketing Blog, incluso il più grande di tutti, LilMiquela. Oggi c’è stata la prima mondiale a Berlino! La realtà incontra la realtà virtuale. La moda nel segno dei tempi – questa tendenza è qui per restare?

Prima sfilata virtuale / film di moda

Dal 2019, Lil’Miquela ha raggiunto un’ascesa che nessuno si sarebbe aspettato da una persona virtuale e digitale. Nel frattempo, quasi milioni di seguaci la seguono solo su Instagram. Nel 2021, le persone virtuali si vedranno per la prima volta in passerella, oggi. Le immagini dicono più di 1.000 parole.

Influencer virtuali: marketing, strategia digitale, esempi e agenzia – The Hype

Le modelle virtuali appaiono ora sulle copertine di riviste importanti come Vogue, Harpers Bazaar, Elle e Vanityfair. Sono i nuovi volti delle campagne di marketing e ricevono molti complimenti e attenzione sui social media. Non solo i modelli generati sono incredibilmente iper-realistici, ma sono anche in grado di trasformarsi senza soluzione di continuità per rivelare abiti, pose e volti completamente nuovi. Leggi di più qui su:

Liam Nikuro: il primo influencer virtuale maschile del Giappone, musicista e VIP del basket

I modelli virtuali e le personalità create digitalmente sono l’ultima tendenza nei social media e nel mondo della moda. Con questo, Liam Nikuro fa centro: il giovane nippo-americano si è fatto un nome come fanboy di Hachimura nella squadra di basket dei Washington Wizards. I fan e i media erano confusi quando il musicista è stato visto sempre più spesso nelle foto dei Washington Wizards. Quasi nessuno lo riconobbe e i suoi lineamenti erano molto distanti. Qui di più su:

Bermuda: modello di influencer virtuale e personalità digitale con lavori e amici virtuali

La scandalista del mondo degli influencer virtuali sta attirando l’attenzione internazionale soprattutto per le sue controverse visioni del mondo. Dal suo sostegno a Trump alla sua negazione del cambiamento climatico, la bellezza bionda passa da un’opinione controversa all’altra. Leggi di più sulla diva qui: