Ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO / SEA): Google Agency, E-Commerce, Ads + Top10 Tips

Ottimizzazione dei motori di ricerca, come funziona veramente? Oggi vogliamo dare uno sguardo più da vicino all’argomento dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, o SEO. In modo da capire come funziona il meccanismo (PageRank) e l’algoritmo dietro i motori di ricerca come Google o Bing, Yandex e Duck Duck Go Go. Naturalmente con una chiara attenzione a Google, il più grande motore di ricerca del mondo. Miliardi di query di ricerca vengono avviate ogni giorno tramite Google, è qui che inizia la ricerca di informazioni, ma anche dove inizia l’acquisto di prodotti. Attualmente vengono effettuate circa 3,45 miliardi di ricerche al giorno. Di conseguenza, l’ottimizzazione dei motori di ricerca è interessante per tutto il settore dell’e-commerce!

Come funziona un motore di ricerca, semplicemente spiegato?

Non solo nell’e-commerce, ma anche per le agenzie, i fornitori di servizi e molto altro, le classifiche in cima ai risultati di ricerca sono estremamente interessanti. Oggi guardiamo da vicino l’argomento SEO, SEA e SEM. Cosa significa SEO, cosa sono le impressioni, i clic e come funziona il content marketing? Come si scrivono buoni testi SEO? Quanto devono essere lunghi i testi? Rispondiamo alle domande più importanti che ci arrivano come agenzia! Il nostro controllo SEO di base per te!

I motori di ricerca hanno l’obiettivo finale di fornire ai loro utenti i contenuti migliori e più informativi.

Per trovare i migliori risultati, il suo algoritmo esamina il contenuto di Internet e valuta le singole pagine utilizzando la procedura di “PageRank”, una procedura di analisi di cui parleremo più avanti in dettaglio. La valutazione delle pagine porta poi all’elencazione delle singole pagine, ordinate per rilevanza, in una lista (i risultati della ricerca). Quelli che offrono all’utente il maggior valore aggiunto e l’informazione sono posti in cima ai risultati della ricerca. Migliore è il testo, più completo è il lavoro complessivo, più collegata è la struttura, più veloce è la velocità di caricamento della pagina, più alto è il ranking.

Non appena gli utenti inviano una query di ricerca su un portale, i risultati vengono visualizzati in pochi millisecondi. L’algoritmo del motore di ricerca lavora 7 giorni su 7, 24 ore su 24 e rivaluta costantemente le pagine di internet.

Attraverso questi aggiornamenti costanti, gli operatori di Google si assicurano che ai loro utenti vengano mostrati solo risultati pertinenti. È per questo che i motori di ricerca prestano molta attenzione alla qualità delle pagine internet. Di conseguenza, i testi devono essere ottimizzati e preparati prima di essere pubblicati nel blog, nella homepage o nel negozio online.

Tra un momento avremo 10 consigli SEO estremamente buoni e facili da implementare per voi!

  • Scopo degli operatori dei motori di ricerca è fornire le migliori informazioni
  • L’algoritmo valuta le singole pagine, il metodo PageRank
  • I risultati sono ordinati per rilevanza, mezzi
  • Molti fattori entrano nella valutazione: Lunghezza del testo, velocità di caricamento, link e molto altro.
  • Finanziamento degli operatori attraverso posizionamenti avanzati, ad esempio Google Adwords

Quante ricerche ci sono al giorno?

Attualmente vengono effettuate circa 3,45 miliardi di ricerche al giorno. In Germania, per esempio, 9 su 10 ricerche vengono effettuate su Google. Nessuno lascia la pagina 1, ben l’86% non clicca sulla pagina 2, il che dimostra la rilevanza della prima pagina. Il 68% guarda solo i primi 5 dei 10 risultati di ricerca.

  • 3,45 miliardi di ricerche al giorno
  • 9 tedeschi su 10 usano Google per le ricerche
  • L’86% non lascia la pagina 1
  • Il 68% guarda solo i primi 5 dei 10 risultati di ricerca (pagina 1)

I fatti interessanti fanno la differenza! Ne vuoi ancora? Prenota i nostri relatori.

Cos’è l’ottimizzazione SEO?

Come funziona la “Search Engine Optimisation”? Se vuoi che il tuo sito web o il tuo e-commerce sia posizionato in alto nei risultati dei motori di ricerca, devi fare l’ottimizzazione dei motori di ricerca, questo è chiaro.

Ottimizzazione dei motori di ricerca significa buoni testi SEO! I testi SEO sono creati dai responsabili SEO dell’azienda o dell’agenzia incaricata, qui non si tratta solo del testo continuo, ma dell’intera struttura e della struttura dietro di esso, come descritto prima. Perché è solo attraverso la buona struttura di base dei singoli testi che si possono creare in seguito grandi sistemi.

Le cifre chiave che danno una buona panoramica del successo sono, tra l’altro, le parole chiave come il collegamento interno, ma anche il tempo di permanenza sulla pagina, così come il numero di pagine visitate. Più a lungo un utente rimane sulla pagina, più alto è il tempo di permanenza. Questa è una figura chiave estremamente importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Figura chiave nell’ottimizzazione dei motori di ricerca

  • Dwell time – Quanto tempo un utente rimane sulla pagina?
  • Interazione – Se l’utente esegue attivamente delle azioni (interazione), ad esempio scorrendo la pagina, aprendo immagini, cliccando su link, ecc.
  • Numero medio di pagine – quante pagine aprono in media i visitatori?
  • Dati demografici – Quale gruppo target è sul sito web (età, paese, città, interessi, ecc.)

Cos’è il contenuto SEO?

Il successo dell’ottimizzazione dei motori di ricerca si misura con le cifre chiave del SEO (sopra). La base del successo nel motore di ricerca è il contenuto SEO (testi). Creare contenuti significa contenuti al di là del testo. Come vedrete nei nostri 10 consigli per il motore di ricerca, si tratta di più di un testo continuo. Da un layout di testo pulito alle informazioni con valore aggiunto, al linking interno o anche al SEO delle immagini, ci sono molti cantieri in una homepage o nell’e-commerce.

Inoltre, c’è tutta la struttura dietro i singoli testi con la loro ottimizzazione per i motori di ricerca. Questa struttura è riassunta brevemente e chiaramente in un piano editoriale. Questo piano editoriale è la base della cooperazione tra l’agenzia e voi come cliente. Offre una pianificazione anticipata in termini di tempo, ma trasmette anche le considerazioni strategiche di base delle parole chiave e delle aree tematiche. Il piano editoriale serve come orientamento, anche per tutti i dipendenti coinvolti.

Se vuoi capire le basi assolute del SEO, tuttavia, ti consigliamo i 10 consigli che seguiranno tra un attimo! Perché con loro capirete la metodologia dietro il primo contenuto SEO in modo relativamente facile e veloce.

Parole chiave – Best Practice: Creative Content Marketing

Prima di arrivare ai 10 migliori consigli SEO, ecco il termine chiave nell’ottimizzazione dei motori di ricerca: le parole chiave!

Le parole chiave sono termini specifici che sono in definitiva l’obiettivo di un singolo testo. Questo articolo potrebbe avere come tastiera centrale, per esempio, il termine: “Testo SEO” o più generalmente “Agenzia SEO”. Chiaro e mirato, visto che si tratta di ottimizzazione dei motori di ricerca.

Si potrebbero scrivere interi libri sulle parole chiave, molto semplici e belle come esempio comprensibile, trovo termini sbagliati. Mostrano come un singolo testo SEO può essere interpretato. Vuoi un piccolo esempio di contenuto SEO creativo?

Per esempio, se una parola chiave come “SEO Angentur” (sì, avete letto bene) viene cercata più di 2.500 volte al mese, allora i buoni manager SEO avranno quella parola chiave. Infatti, più di 2.500 persone in Germania cercano “SEO Angentur” ogni mese! In un anno, sono ben 30.000 ricerche, per un errore di ortografia che la maggior parte delle persone certamente non considera! Teoricamente, 30.000 potenziali clienti per la tua agenzia SEO. Il seguente titolo ha lo scopo di attirare l’attenzione di Google sulla nostra pagina per questa particolare parola chiave.

SEO Angentur (Best Practice “Errori ortografici nel SEO”)

Il mese scorso ci sono state effettivamente 2.900 ricerche su Google.de per la parola chiave “SEO Angentur”. Abbiamo esattamente lo stesso qui per “Influenza Agentur”, perché molti confondono l’ortografia di “Influencer” e “Influenza”, sia per ignoranza che per la correzione automatica sullo smartphone. Piccolo test? Basta cercare “influencer agency”! La nostra agenzia di social media è al primo posto nei risultati di ricerca.

Esempio SEO 472 % di performance: aumento in 12 mesi

In un’agenzia di social media, è tutta una questione di buoni contenuti, nelle produzioni di foto e video, ma anche nell’ottimizzazione dei motori di ricerca, o SEO in breve. Il marketing dei contenuti è la parola magica, più qualche backlink di qualità – ma è davvero così semplice? E il SEO funziona davvero? Ecco un piccolo approfondimento sul progetto di un cliente che abbiamo iniziato circa 12 mesi fa. Più precisamente, una best practice nel settore dell’e-commerce (viaggi). Totale +372 % di aumento delle prestazioni o in altre parole: parzialmente esaurito!

Come funziona il PageRank?

Algoritmo PageRank – Il cosiddetto algoritmo PageRank è una procedura specifica per classificare un gran numero di documenti collegati, come pagine internet, blog e negozi online sul World Wide Web, sulla base della loro struttura.

Come puoi migliorare il tuo ranking su Google? Top10

Ora abbiamo gli ultimi 10 consigli SEO per la tua homepage o e-commerce. La risposta alla grande domanda, soprattutto per le piccole imprese che hanno bisogno di un SEO economico e non possono permettersi un’agenzia SEO: “Come posso rendere la mia homepage visibile su Google?” – ecco la risposta! 10 consigli dell’agenzia SEO per la tua homepage e il tuo negozio online:

  1. Parole chiave – Definisci le tue parole chiave, preferibilmente in un piano editoriale.
  2. Focus – Concentrarsi su una parola chiave per pagina
  3. Valore aggiunto – crea un contenuto informativo di almeno 500 parole
  4. Linking interno – Impostare link significativi nel testo
  5. URL – Crea buoni URL basati sul titolo e senza parole di riempimento (am, im, and, …)
  6. Altri elementi – Utilizzare punti elenco, numerazione e tabelle
  7. Image SEO – grafici, foto e immagini dovrebbero essere ottimizzati prima del caricamento (compressione, nome del file, ecc.)
  8. Contenuti di terze parti – Utilizzare media di terze parti come Youtube, Instagram e Facebook
  9. Linking esterno – link da altre pagine (backlink)
  10. Google Ads – Usa Google AdWords per ottenere un’attenzione mirata

Quanto costa una buona ottimizzazione SEO?

Quanto costa il marketing sui motori di ricerca? Alla domanda sui costi dell’ottimizzazione dei motori di ricerca non si può rispondere in modo generale. Dopo tutto, l’ottimizzazione dei motori di ricerca è un servizio qualitativo, non quantitativo.

Chiunque offra testi SEO che possono essere calcolati immediatamente non può essere serio. Confrontate solo i testi per un negozio online, ad esempio nel settore del “cibo per animali” o “vacanze”, dall’altra parte avete testi SEO per argomenti impegnativi, ad esempio “avvocati e diritto”, “immobili” o anche “investimenti”, la qualità e la domanda varia con ogni progetto e area tematica.

Di conseguenza, i testi SEO non possono essere misurati solo dal conteggio delle parole. La qualità è un bene prezioso, dopo tutto, i testi sono online per settimane, mesi e anni. Si tratta anche di reputazione per la vostra azienda. La qualità deve essere giusta, non solo l’algoritmo di Google apprezza questo, ma anche i tuoi visitatori. Così si ritorna rapidamente alle cifre chiave del successo: tempo di permanenza, interazione e numero medio di pagine visitate.

La qualità paga!

Alla fine, è tutta una questione di conversione. Con una buona ottimizzazione dei motori di ricerca, attiri i visitatori verso la tua offerta, a un solo clic dall’acquisto.

Quanto costa un annuncio su Google? … e il SEO?

Google ti sembra eccitante? Lo è! Con Google Adwords puoi raggiungere persone mirate, secondo l’età, gli interessi, il luogo di residenza e molti altri parametri. Mangia e quindi dai un’occhiata al sistema che si cela dietro la portata pagata! Leggi di più su Google AdWords e i suoi vantaggi, i costi e la gestione delle campagne qui.

Esempio di calcolo, costi per la pubblicità sui motori di ricerca

Se volete quantificare i costi della pubblicità sui motori di ricerca, un modo è quello di calcolare quanto costa il traffico pagato (reach), cioè i visitatori attraverso Google AdWords o modelli simili. Mettiamo questi costi in relazione alla portata organica ottenuta attraverso buoni testi SEO.

Prendiamo come esempio il settore degli “immobili”. Chi compra click qui, cioè i visitatori, paga più o meno a seconda della concorrenza sul singolo termine di ricerca.

Prezzi di clic: Traffico pagato

Qui puoi vedere il prezzo di clic per certe query di ricerca. Ma si vede anche la differenza nell’ortografia. Brevemente descritto: si prenotano spazi pubblicitari (parole chiave individuali) con Google AdWords. Meno spazi pubblicitari sono disponibili, più alto è il prezzo. Come si vede nell’esempio “comprare casa Berlino” rispetto a “comprare casa Berlino” – 50% di risparmio!!!

  • “Comprare casa Berlino” con 9.900 ricerche al mese è 1,10€ / click
  • “Comprare una casa a Berlino” con 1.000 ricerche al mese è 1,19€ / click
  • “Comprare casa a Berlino” con 720 ricerche al mese è solo 0,55€ / click

Se riesci a raggiungere 10.000 visitatori al mese, raggiungerai 120.000 visitatori all’anno. 120.000 clic che non devono essere finanziati dalla pubblicità a pagamento. Di conseguenza, l’ottimizzazione dei motori di ricerca paga estremamente a lungo termine.

  • 120.000 visitatori all’anno ad una media di 0,92€ / click = 110.400€ di valore equivalente

Un buon progetto SEO che attira 120.000 visitatori in 5 anni raggiunge un totale di 600.000 persone, un equivalente di 552.000 €.

Pubblicità su Google? Come funzionano Google Ads e Adwords

Quanto costa un testo SEO? Di quanti testi hai bisogno?

A seconda del sistema e del cliente, la quantità di testi che devono essere creati per una buona ottimizzazione dei motori di ricerca è diversa. Non solo la quantità di testi è diversa, ma anche il tempo di elaborazione. Ci sono grandi differenze tra le piccole aziende locali e i negozi online con 10.000 articoli.

Tuttavia, non è solo l’inizio del testo che differisce nei singoli settori; variano anche la quantità di parole, gli argomenti, il tempo di pubblicazione (frequenza) e la quantità di articoli pubblicati in un determinato periodo.

  • Numero di testi
  • Numero di parole
  • Selezione dell’argomento
  • Tempo di pubblicazione e quantità
  • Uvm.

WordPress SEO: testi e sistema open source – raccomandazione

Chiunque si confronti per la prima volta con il tema dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, o almeno si occupi intensamente dell’argomento per la prima volta, o debba presto costruire un nuovo sistema, si troverà rapidamente di fronte alla domanda: cosa vale la pena? Quale software posso usare per costruire un buon sito web o homepage e anche un negozio online?

La nostra raccomandazione per le homepage con una buona ottimizzazione per i motori di ricerca è WordPress! WordPress è uno strumento gratuito, il cosiddetto software open source. Con questo sistema di gestione dei contenuti è possibile creare ottimi blog e anche negozi online e quindi creare il proprio sistema di e-commerce.

Se vuoi saperne di più su WordPress, ecco alcuni buoni consigli di base per il sistema di gestione dei contenuti open-source!

  • WordPress: creare siti web e e-commerce gratis

Cosa si fa come SEO Manager?

I Seo manager si occupano dell’intera strategia, della struttura e della gestione del progetto. Il prerequisito di base per i buoni manager SEO è soprattutto la conoscenza e l’esperienza. L’ottimizzazione dei motori di ricerca è in costante evoluzione, proprio come molte altre strategie e metodi nel marketing online. Ogni anno c’è un nuovo software, nuovi aggiornamenti, l’algoritmo viene cambiato ma anche i requisiti necessari, ad esempio a causa della crescente concorrenza. Un buon SEO manager deve avere una visione d’insieme di tutti questi fattori per garantire il successo di un progetto.

Quale motore di ricerca è il migliore?

Il miglior motore di ricerca è Google. A parte il mercato cinese e la Russia, Google domina gran parte del mercato. In paesi come la Germania o l’America, è addirittura il 90% delle persone che fanno le loro ricerche tramite Google. Il 90% di tutte le query di ricerca significa in un paese come la Germania, dove oltre 60 milioni di persone sono online, su una popolazione di 80 milioni, il 75% del totale dei cittadini. Di conseguenza, quasi 54 milioni di persone qui cercano prodotti, informazioni e servizi tramite Google.de.

54 milioni vogliono informazioni!

Non è diverso nei grandi paesi; anche in America, ben oltre il 90% di tutte le query di ricerca sono risolte con Google. Di conseguenza, non solo la sua rilevanza nell’area dell’ottimizzazione dei motori di ricerca è alta, ma anche nell’area del search engine marketing, cioè la pubblicità nei motori di ricerca attraverso gli annunci, Google gioca chiaramente il ruolo più grande.

Qui potete vedere le quote di mercato dei motori di ricerca più utilizzati sul desktop per pagine viste in tutto il mondo nei mesi selezionati da settembre 2015 a gennaio 2020.

Statistik: Marktanteile der meistgenutzten Suchmaschinen auf dem Desktop nach Page Views weltweit in ausgewählten Monaten von September 2015 bis Januar 2020 | Statista
Puoi trovare altre statistiche su Statista.

Scrivere testi SEO: Corso online

Suggerimento! Vuoi saperne di più sul SEO? Guarda i video gratuiti + premium nella Lukinski SEO Masterclass e qui gratuitamente nel blog Social Media One.

  • Vai direttamente alla SEO Masterclass (Lukinski.de)
  • Scrivere testi SEO – 6 episodi su Youtube
  • Impostare WordPress – 5 episodi su Youtube

Ottimizzazione SEO: agenzia, controllo, strumenti e consigli

Vuoi ottimizzare la tua homepage o il tuo e-commerce? Mettiti in contatto con la nostra agenzia e le nostre persone di contatto!

Nuovo! Native Ads: raccomandazione invece di “pubblicità

Gli annunci nativi (chiamati anche annunci display nativi) si riferiscono a tutti i formati pubblicitari a pagamento che sono discretamente etichettati come annunci. La pubblicità nativa è semplicemente la pubblicità che non sembra pubblicità. Gli annunci nativi offrono piccoli svantaggi, ma soprattutto vantaggi. Lo sapevi già? Secondo un white paper di AppNexus, il CTR della pubblicità display nativa è in media 8,8 volte superiore. Secondo Forbes, l’intenzione di acquisto aumenta del 18% con gli annunci nativi. Inoltre misuriamo sempre un CTR più alto nei progetti dei nostri clienti. Con che cosa ha a che fare questo? Personalizzazione dei contenuti, storytelling e canali di comunicazione più discreti: referral marketing. Perché la pubblicità nativa? Cos’è la pubblicità nativa? Cos’è la pubblicità nativa?